Back home

p1100698-300x225Back home

Posted by lucy on 21 May 2010 , No comment

Il doganiere senza un dito mi ha sgamato subito. Non so se è stata la vista dell’anulare mozzato che prendeva il mio passaporto o la coscienza non del tutto pulita che mi ha fatto esitare mentre dicevo “niente da dichiarare”.

Fatto sta che lui mi ha guardato un po’ più a lungo e mi ha fatto accostare dicendomi di aprire il portabagaglio. Io l’ho aperto pensando “è finita” e sono apparse in tutto il loro orrore le gomme da estate della Punto, che teoricamente uno dovrebbe sdoganare. Il doganiere senza un dito mi fa: “Niente da dichiarare eh? E queste cosa sono?” e io “gomme da inverno”. “Mm gomme da inverno.. – ripete mentre aggira la macchina – e dove stai andando?”. “A casa” ho risposto ben sapendo che una risposta del genere da queste parti non può che suscitare solidarietà e simpatia: è il ritorno a casa dei soldati, della diaspora o il ritorno a casa che molti non possono più fare perché i confini sono cambiati. Insomma tornare a casa è una gran cosa, lodevole. “A casa – ripete, ma non ha ancora deciso cosa fare con me – e di che cosa ti occupi?” e allora lì butto il carico “Sono giornalista ho vissuto là per un periodo e sto tornando”. A quel punto con un gesto che voleva dire “vabbè..”, mi rende il passaporto e mi augura buon viaggio.

Sono tornata a Belgrado una settimana a riprendere le ultime cose, ma di nuovo quando sono passata dal mio vecchio quartiere non ho avuto il coraggio di salutare i personaggi del mio personale mondo balcanico. Sono scappata.
Non ho detto niente ai rom che vendono le scarpe di fronte al supermercato che mi guardano max e conoscono ogni mio minimo movimento “sei venuta un po’ tardi oggi eh?”. Soprattutto il ciccione con il codino era quello che ci amava di più e ci presentava a tutto il mercato. “Max vieni qua (in italiano) .. è questo cane è italiano eh! Vedete come è bravo, se era di qua certo non era così bravo”, e io ogni volta a spiegare che in realtà era bosniaco. Inutilmente, che se io ero italiana anche max doveva esserlo.
Non ho salutato neanche il tizio che vendeva occhiali d’inverno e cd d’estate o il contrario non mi ricordo. Un ragazzo che sembrava il classico nerd, che nessuno vuole in famiglia e anche lui mi teneva il cane mentre facevo la spesa e mi salutava con un muto cenno del capo. Non ho salutato le mie estetiste da cui sono anche andata il giorno prima di partire. “Oggi le sopracciglia le lasciamo così, la prossima volta osiamo un po’ di più ok?” mi dice maliziosa la ragazza delle sopracciglia. E io un nodo allo stomaco perché non riuscivo a dirle che la prossima volta non ci sarebbe stata e le mie sopracciglia avrebbero continuato a crescere selvagge..

Invece sì, l’ho detto alla mia vicina di casa nonché mamma del padrone, e a suo fratello che vive sopra. Molto corretti e discreti al momento dei saluti eravamo tutti commossi. La signora aveva i lucciconi, il fratello mi ha fatto la dichiarazione più bella che si possa ricevere nei Balcani “Sei stata la nostra migliore vicina, tutti gli altri fanno schifo” (bez veze).
Ed io con un cuore grosso ho preso le mie gomme e sono tornata a casa.

p.s. Siamo tornati in Centro Italia e va tutto bene fin’ora. Max si è abituato benissimo al giardino di piazza d’Azeglio, è contentissimo di questi cani borghesi che non si muovono in branchi e difendono relativamente il territorio, e ha scoperto con enorme gioia i cani dei punkabbestia, soprattutto femmine che sono un po’ più libere ma pur domestiche. Io ho ritrovato un gruppo di padroni di cani che pure in Centro Italia non mancano di bizzarrie. La leader del gruppo del resto è una signora che parla come Funari e fa la cartomante.

p.p.s. Non so cosa fare con Kafana, tutti sono fuggiti ma io continuo ad esserci affezionata. Continuerò ad andare nei Balcani e a vivere mille avventure con max quindi per ora, come si dice dalle nostre parti, “si tenne”. Poi vediamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...