Belgrado confidential, 30 gennaio 2008

Ok mi sento una traditrice, fedifraga, sleale, ma mi sono un po’ innamorata di Belgrado. Mi sembrava di essere la paesana nella metropoli. Da Sarajevo a Manhattan. Mi perdevo in queste strade enormi, il rumore continuo in un centro strapieno per il weekend, i negozi i venditori, i musicisti di strada, i giocolieri. Ero quasi intimorita, ma ogni tanto qualcuno si avvicinava e in perfetto inglese … Continua a leggere Belgrado confidential, 30 gennaio 2008